“L’ulteriore sviluppo del negozio online è stato decisamente proficuo”
Per chi oggi fonda una start-up, è un fatto naturale pensare anche a canali di comunicazione e canali di vendita digitali. Ma anche le aziende consolidate beneficiano delle nuove possibilità digitali. Google supporta fondatori svizzeri ed imprenditori con esperienza tramite diverse offerte.
5 minuti di tempo di lettura
zubi.swiss

Oltre alle filiali, anche il commercio online diventa sempre più importante per lo specialista dell’outdoor zubi.swiss. Attraverso di esso, ultimamente l’impresa ha generato circa il 30% del suo giro d’affari.

Quando Walter Zuberbühler, 70 anni fa, fondò la sua calzoleria con punto di vendita nel Cantone di Appenzello Esterno, i modelli commerciali digitali non svolgevano ancora alcun ruolo. Tuttavia, la crescita e la trasformazione esistevano lo stesso: furono aperte nuove filiali, l’offerta propria dell’azienda si rivolse al commercio outdoor per escursionisti ambiziosi e appassionati di attività all’aperto nella regione dell’Appenzello. “Infine, nel 2012 abbiamo deciso di realizzare il primo negozio online”, racconta l’attuale direttore generale Thomas Zuberbühler. Sin dal principio la pubblicità sui motori di ricerca (Search Engine Advertising, in breve SEA) e le offerte gratuite, come il profilo aziendale su Google Maps, hanno contribuito notevolmente alla crescita e al successo. Inizialmente abbiamo sperimentato tante cose da soli, dice Zuberbühler, ma ormai è un’agenzia a occuparsi ti tutte le attività di marketing online. L’investimento è stato decisamente proficuo.

“Durante il lockdown, le vendite online sono addirittura cresciute di sette volte rispetto all’anno precedente, anche se il budget per il marketing è soltanto triplicato.”

Thomas Zuberbühler, CEO zubi.swiss

Il fatturato aumenta soprattutto nel settore digitale

Negli anni scorsi, il negozio online è diventato una parte importante del modello commerciale. Oggi, quasi il 30% del fatturato è realizzato nel mondo digitale, con tendenza in aumento. Ormai sei collaboratrici e collaboratori si occupano del negozio online. Il sistema del negozio è stato sviluppato in-house, e anche la maggior parte delle immagini dei prodotti viene creata nell’impresa familiare. Negli anni scorsi, le spese per il marketing digitale sono continuamente aumentate. Per una buona ragione: l’impresa acquisisce nuovi clienti grazie agli annunci online e a una buona posizione nel ranking dei motori di ricerca. Poco più della metà delle persone che visitano il sito web raggiunge zubi.swiss per questa strada. “Per noi, il continuo sviluppo del negozio online, l’investimento nel marketing digitale e l’utilizzo coerente dei servizi Google sono stati decisamente proficui. Soprattutto in tempi difficili, come nella pandemia di coronavirus, questo ha rafforzato la stabilità della nostra impresa”, dice Zuberbühler. Durante il lockdown, le vendite online sono addirittura cresciute di sette volte rispetto all’anno precedente, anche se il budget per il marketing è soltanto triplicato.

La squadra fondatrice di ancora.ai

“La maggior parte delle persone cerca informazioni sanitarie su Google. Perciò è fondamentale che sia possibile trovare informazioni affidabili su studi clinici, nel modo più semplice possibile”, dice Ralic.

“La maggior parte delle persone cerca informazioni sanitarie su Google. Perciò è fondamentale che sia possibile trovare informazioni affidabili su studi clinici, nel modo più semplice possibile”, dice Ralic.

La Google for Startups Growth Academy aiuta chi fonda un’impresa a crescere

Naturalmente, i servizi di Google non aiutano solo le aziende a incrementare il modello commerciale, ma anche fondatrici e fondatori come Danielle Ralic, Emily Jordan e Luca Jahreiss. Nel 2020, questi ultimi hanno fondato la start-up ancora.ai a Zurigo. Insieme alla loro squadra vogliono facilitare l’accesso agli studi clinici per i malati di cancro, assicurando così un trattamento vantaggioso per la salute. Inoltre intendono aiutare i ricercatori a trovare volontari, incoraggiando così le conoscenze in campo medico. A tale scopo, però, è necessario che il maggior numero possibile di pazienti possa trovare il portale. “La maggior parte delle persone cerca informazioni sanitarie su Google. Perciò è fondamentale che sia possibile trovare informazioni affidabili su studi clinici, nel modo più semplice possibile”, dice Ralic.

L’ottimizzazione dei motori di ricerca, ma anche l’integrazione di servizi come Google Maps, rivestono un ruolo fondamentale fin dal principio. Inoltre, le fondatrici si sono candidate presso la Google for Startups Growth Academy. “Per noi è stato un grande profitto”, ricorda Emily Jordan. “Sono stati offerti molti corsi utili di formazione sui prodotti di Google, ma anche sulle tecniche di presentazione, sull’utilizzo dei dati di Google o sulla ricerca di investitori.” Grazie alla Startup Academy abbiamo potuto estendere in modo razionale anche la nostra rete, inclusi i primi investitori.

Maria de Bettencourt Tavares

“Grazie all’Accademia, il mio piano aziendale è diventato minuzioso.”

Maria de Bettencourt, fondatrice di LOONAWELL

LOONAWELL

Con il suo marchio LOONAWELL, Maria de Bettencourt Tavares produce bocconcini di alta qualità per cani.

Dalla visione al proprio marchio

Anche Maria de Bettencourt Tavares ha fatto esperienze positive simili. La fondatrice di LOONAWELL produce e vende, dalla Svizzera, bocconcini di alta qualità per cani. Dal 2022 frequenta la Google for Startups Growth Academy. Oltre allo scambio con persone affini, sono soprattutto i contenuti a portare avanti il suo modello commerciale. Nell’Academy non si parla solo di responsabilizzazione, ma anche di cose come l’utilizzo strategico dei dati raccolti con Google Analytics, o lo sviluppo di misure concrete per la crescita nel mondo digitale. “Grazie all’Accademia, il mio piano aziendale è diventato minuzioso, e ora la strada dalla mia visione al marchio per la nutrizione sana dei cani è molto più chiara”, dice la fondatrice, tracciando un bilancio positivo dei mesi scorsi del programma dell’Academy.

Tool di Google per tutti i fondatori e tutte le imprese

Anche al di fuori dell’esclusiva Google for Startups Growth Academy, Google, con i suoi diversi servizi (PDF disponibile solo in tedesco), è al fianco di fondatori e imprese. Per il loro successo è fondamentale che i clienti possano trovare in rete i loro servizi e prodotti. Ecco quattro esempi che mostrano come sia possibile portare avanti la propria impresa:

none
Ottenere di più in linea
In questa guida in formato PDF di Google gli imprenditori che iniziano la propria attività online o vogliono estenderla, troveranno strumenti utili, raccomandazioni sui prodotti e storie di successo.
Scaricare ora (attualmente disponibile solo in tedesco)

Per poter raggiungere il maggior numero possibile di fondatori in Svizzera con tutte queste offerte utili e dare loro un forte sostegno, da molti anni Google ha costituito un rapporto di partenariato con l’Institut für Jungunternehmen (Istituto per giovani imprenditori, in breve IFJ). Ogni anno, l’istituzione accompagna 20.000 fondatori in tutta la Svizzera. Uno scambio è offerto, ad esempio, tramite dialoghi periodici di stimolo con esperti di Google. All’IFJ sono entusiasti della collaborazione con Google: “Google Svizzera è un partner pluriennale dell’IFJ e ha sostenuto molti fondatori di aziende, aiutandoli ad avere successo e a diventare noti”, dice Simon May, direttore generale dell’IFJ.

Foto: Miriam Künzli (5), Zuberbühler Schuhe PR (4), Rita Palanikumar (2); screenshot ed illustrazioni: Google

Storie correlate