Search On — Lettura di 5 minuti
Ecco come medici, fattorini e donatori di sangue stanno unendo le forze per salvare vite in tutta l'Africa
È metà pomeriggio, siamo a Lagos (Nigeria). Qui la popolazione raggiunge i 24 milioni di abitanti. Il traffico è al suo apice. Nessuno può spostarsi, non si può andare da nessuna parte.
Fatta eccezione per Joseph Kalu. Lui non è il solito fattorino delle consegne; Joseph lavora per LifeBank, un'azienda tecnologica fondata da Temie Giwa-Tuboson, che collega i fornitori di sangue ai pazienti ospedalieri. La sua missione? Consegnare il sangue in meno di 45 minuti all'interno di un apposito contenitore di trasporto per mantenere la catena del freddo e salvare la vita delle persone.
Joseph tira fuori il suo telefono e controlla l'app LifeBank, che utilizza Google Maps Platform per mostrare i percorsi tra banche del sangue, medici e fattorini attraverso le innumerevoli strade della città. Vede immediatamente la posizione della banca del sangue e dell'ospedale in attesa della consegna.
L'urgenza è reale: se una persona perde il 40% del proprio sangue, può morire per il collasso degli organi. Ogni giorno, per le strade di Lagos, LifeBank combatte una continua lotta contro il tempo.

Per Temie Giwa-Tubuson, l'accesso alle mappe del paese era una parte integrante della risoluzione della mancanza di sangue nella sua nativa Nigeria. Organizzare le informazioni e renderle accessibili a tutti è il fulcro della missione di Google. Progettando un sistema per collegare le banche del sangue agli ospedali tramite Google Maps Platform, LifeBank è stata in grado di ridurre i tempi di consegna da 24 ore a meno di 45 minuti.

Temi Giwa-Tuboson presso gli uffici di LifeBank.
Molte volte quando una persona sanguina si hanno tra 20 minuti e 2 ore, quindi non c'è tempo da perdere per risolvere la situazione.

Temie Giwa-Tubuson

Temie, già leader nell'ambito della salute materna e infantile in Nigeria, lanciò ufficialmente LifeBank nel gennaio del 2016. Il suo obiettivo era trovare il modo più veloce per far ricevere ai pazienti il sangue di cui avevano bisogno. L'idea era nata nel 2014, quando Temie era incinta di suo figlio. All'epoca viveva a Lagos, ma i suoi genitori si erano trasferiti negli Stati Uniti. Poiché desiderava che sua madre fosse presente alla nascita del nipote, Temie decise di raggiungerla.

Temie, incinta di 30 settimane, venne ricoverata in ospedale per un parto cesareo di emergenza. Fortunatamente, i medici furono in grado di far nascere suo figlio Enafie il giorno di San Valentino in tutta sicurezza. Temie si rese conto subito che se avesse avuto suo figlio a Lagos, sarebbe potuta morire per un'emorragia post-partum.

Sei settimane: la durata di conservazione del sangue donato.

6 settimane

La durata di conservazione del sangue donato.

Croce Rossa, 2019

La Nigeria è il quarto paese con il più alto tasso di mortalità materna nel mondo e rappresenta il 19% di tutte le morti materne a livello globale. L'emorragia post-partum (l'eccessiva perdita di sangue dopo il parto) è la principale causa di tali morti. In questo paese, la mancanza di infrastrutture per ricevere forniture di sangue, aggrava ulteriormente il problema. "Quando ho capito la situazione, sapevo di dover fare questo lavoro, e di doverlo fare con tutta me stessa", dice Temie. Tornò a Lagos determinata a trovare una soluzione.

Guarda il trailer 0:26 Guarda come LifeBank aiuta a salvare la vita di una mamma.

Il sangue donato ha una durata di conservazione di appena sei settimane. Spesso, però, scade prima che venga utilizzato perché i medici non sono in grado di reperire il tipo di sangue di cui hanno bisogno. Temie si rese conto che si trattava di un problema di natura logistica: "Era necessario trovare un modo per far comunicare tra loro i dottori che hanno bisogno di sangue e le banche del sangue che invece ne hanno in eccedenza". Si rivolse quindi a Google Maps Platform per creare un'interfaccia di comunicazione tra le due entità. Temie trovò la sua soluzione mappando ogni posizione coinvolta nella distribuzione del sangue in tutta Lagos: dagli ospedali, alle banche del sangue, ai fattorini.

In passato gli ospedali, o talvolta anche i familiari dei pazienti, chiamavano ogni banca del sangue per verificare la disponibilità del gruppo sanguigno necessario. I tempi di risposta erano diventati una questione di vita o di morte e spesso i medici sovraccarichi e i familiari in difficoltà non avevano le risorse necessarie per trovare il sangue in tempo.

Joseph Kalu, un fattorino di LifeBank, mentre consegna il sangue a un ospedale di Lagos.

Stiamo usando Google Maps per sviluppare una piattaforma mai esistita fino a ora, che metta in comunicazione le banche del sangue, gli ospedali e i pazienti.

Temie Giwa-Tubuson

Per affrontare questo problema, Temie ha creato e mappato un "deposito" di sangue online in collaborazione con 52 banche del sangue di tutta Lagos. I medici adesso possono richiedere un gruppo sanguigno, accedere immediatamente a una mappa e seguire persino il percorso della consegna. Grazie al modello di LifeBank, il sangue viene in genere utilizzato entro una settimana dalla sua conservazione in una banca, lo spreco è quasi del tutto eliminato e l'offerta sta finalmente soddisfacendo la domanda.

Ogni 2 secondi qualcuno negli Stati Uniti ha bisogno di sangue.

Ogni 2 secondi

Qualcuno negli Stati Uniti ha bisogno di sangue.

Croce Rossa, 2019

Prima dell'avvento di LifeBank, la ricerca e la consegna di sangue a un paziente a Lagos potevano richiedere diverse ore e, in alcuni casi, diversi giorni. LifeBank ha cambiato le carte in tavola, trasportando il sangue a una velocità media da record di 45 minuti, dal momento della richiesta iniziale alla consegna finale. Come dice Temie, "senza una tecnologia come Google Maps, brancoleremmo nel buio".

Joseph Kalu, un fattorino di LifeBank, mentre consegna il sangue in un apposito contenitore di trasporto per mantenere la catena del freddo.
Sapevo che i donatori avrebbero sempre rappresentato una parte importante della distribuzione. Senza una fornitura, cosa si dovrebbe consegnare?

Temie Giwa-Tubuson

Come in molti paesi del mondo, far incrementare le donazioni di sangue in Nigeria è un compito difficile, ma è anche una parte essenziale della catena di distribuzione del sangue. Affinché LifeBank funzionasse, Temie sapeva di dover aumentare le donazioni di sangue volontarie. Nell'app dei donatori di LifeBank, i nigeriani possono prenotare un appuntamento tramite una mappa delle banche del sangue locali e avere ulteriori informazioni circa l'esperienza.

Una sola donazione può salvare fino a tre vite.

1 donazione

Anche solo mezzo litro di sangue può salvare fino a tre vite.

Croce Rossa, 2019

Anch'io mi sono ammalato una volta, sono quasi morto. So come ci si sente a dare una mano e a donare il sangue a chi ne ha bisogno: significa dare vita.

Oluwaseun Adeolu Donatore di sangue LifeBank

Mettendo in contatto i donatori con le risorse fondamentali, LifeBank ha registrato oltre 5.800 donatori di sangue. Alla domanda su come è stata in grado di mobilitare così tanti volontari, Temie ha semplicemente detto: "A volte è sufficiente chiedere. La risposta molto probabilmente non sarà un no, specialmente se spieghi l'importanza del gesto".

Ad oggi, LifeBank ha consegnato oltre 6.500 litri di sangue, servito oltre 300 ospedali e salvato oltre 3.600 vite.

Joseph Kalu, un fattorino di LifeBank, percorre la strada per consegnare il sangue in sella alla sua moto.
Dove posso donare il sangue?

Dove posso donare il sangue?

Una sola donazione può salvare fino a tre vite. Scopri dove puoi donare il sangue nella tua comunità.

Trova un centro donazioni vicino a te
Torna all'inizio